Festival di Cannes Yachting: "Lo spettacolo è mantenuto, scogliera nella randa"

Multiscafi a Port Canto al Festival di Cannes 2019

Il Salone Nautico di Cannes conferma che si terrà dall'8 al 13 settembre 2020. Sylvie Ernoult, il suo commissario generale, descrive in dettaglio l'impatto della crisi sanitaria sulla portata del Festival di Cannes e le concrete misure organizzative.

Il Festival di Cannes Yachting sotto il tettuccio ridotto

Il Festival di Cannes Yachting, il primo evento della nuova stagione nautica in Europa, è seguito con attenzione per anticipare la ripresa del mercato della nautica da diporto. Reed Expo, l'organizzatore della fiera 2020, ha confermato il 2 luglio 2020 che la fiera si terrà tra l'8 e il 13 settembre. Tuttavia, la crisi non è stata priva di effetti sulla portata dell'evento, che prevede più di 340 imbarcazioni a motore e 80 a vela. "Prendiamo un 30% di scogliera nella randa", riassume Sylvie Ernoult, commissario generale del Festival di Cannes. "La stragrande maggioranza degli espositori sta tornando, anche se alcuni non sono purtroppo riusciti a resistere alla crisi. È più probabile che si verifichi una riduzione del volume delle mostre. Abbiamo lavorato con ogni espositore per adattarci alle sue esigenze di produzione, al ritardo dei nuovi prodotti... Il 95% dei grandi marchi sono presenti e manteniamo il DNA del Festival di Cannes Yachting che è la varietà dei prodotti. Solo pochi settori sono assenti, come i produttori di motori ad alta potenza. Abbiamo mantenuto il Porto Vecchio e il Porto Canto, senza cercare di ridurre i costi dello spettacolo"

Sylvie Ernoult, commissaire générale du Cannes Yachting Festival
Sylvie Ernoult, Curatrice generale del Festival di Cannes

Un protocollo per l'adeguamento a severe misure sanitarie

Dal punto di vista logistico, il Festival di Cannes Yachting ha convalidato con la Prefettura, la Città di Cannes e i suoi fornitori un Piano generale di sicurezza sanitaria (PGSS). "Oggi, chi può fare di più, può fare meno. Siamo pronti, se il regolamento lo richiederà a settembre, ad allestire corsie a doppio senso in tutto lo spettacolo, ad allestire un conteggio all'uscita per conoscere in tempo reale il numero di persone in ogni momento nei diversi spazi. La città di Cannes ci aspetta e ci sta aiutando, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei flussi e delle aree di attesa senza occupare gli spazi espositivi", dice il curatore generale. Rimane discreta sulla valutazione del costo di queste misure. "È un vero investimento"

Cannes Yachting Festival 2018
Cannes Yachting Festival 2018

Sono attesi i battellieri

Una fiera si affida anche ai suoi visitatori. Come molti altri eventi, il Festival di Cannes Yachting ha intervistato i diportisti attraverso questionari inviati dagli espositori. "La tendenza è buona. L'indagine, avviata tra il 1° e il 15 giugno, mostra che il 60% dei diportisti intervistati ha intenzione di venire al salone. Considerando il modo in cui le cose si stanno sviluppando, probabilmente oggi lo sono ancora di più", si rallegra Sylvie Ernoult. La tendenza, se continuerà, darà nuova vita all'industria nautica.



Altri articoli sui canali :