Port Navy Service investe in Port Saint Louis du Rhône

Il sito di servizio della Marina portuale

Importante porto secco e area di manutenzione per le imbarcazioni da diporto, Port Navy Service sta investendo a Port Saint-Louis du Rhône. Ampliamento degli edifici e dell'area di stoccaggio, ampliamento della banchina e nuovo portale di varo . L'azienda si sta dando i mezzi per crescere.

Un porto secco in crescita

Il Port Navy Service è stato fondato nel 1989 a Port Saint-Louis-du-Rhône. Situata su un terreno industriale desolato, un tempo occupato da un'importante segheria di legno africano, l'azienda inizia qui la sua attività portuale a secco. I 13 ettari di terreno consentono il rimessaggio e lo svernamento di imbarcazioni da 10 a 25 metri. Un'area di carenaggio in linea con gli standard attuali e le 7 aziende nautiche installate nei 12.000 m² di edifici offrono possibilità di manutenzione da parte dei diportisti o dei 35 professionisti, automobilisti, rigger o laminatori. Ma l'azienda ha finito per essere vittima del proprio successo. "Dalle 70 barche del 1993, siamo passati alle 920 di oggi. Il nostro stabilimento era diventato completo", afferma Philippe Froment, Presidente del Servizio della Marina Militare Portuale.

Catamarano in refit a Port Navy Service

Nuova banchina per altre barche

Il Servizio della Marina portuale ha trovato la soluzione acquisendo il terreno adiacente. La transazione aumenta notevolmente la capacità del porto secco. "Nel gennaio 2019 siamo riusciti ad acquistare questo terreno di 8 ettari e 4.000 m² di edifici. Questo è il culmine di circa dieci anni di discussioni, che ci permetteranno di ospitare altre 600 imbarcazioni", spiega Philippe Froment. Le prime unità prenderanno il loro posto sul nuovo campo a fine stagione.

Estensione del servizio della marina militare

Investimenti in infrastrutture per lo scarico dell'acqua

L'azienda non si accontenta di estensioni di terreno. Il Port Navy Service ha scelto di investire nelle sue strutture per lo scarico e la movimentazione dell'acqua. "Abbiamo ottenuto il permesso dal municipio e dal DDTM di ampliare il molo. Acquisteremo anche un carrello elevatore per il lancio di 120 T, più potente dell'attuale 50 T Boatlift. I lavori dovrebbero svolgersi nel gennaio/febbraio 2020", dice il leader. Questi nuovi mezzi di movimentazione completeranno i rimorchi Parklev che possono trasportare catamarani fino a 25 T, una delle specialità del Port Navy Service. "Oggi abbiamo 80 catamarani parcheggiati sul sito", dice Philippe Froment. Questo non dovrebbe diminuire con l'espansione del sito.

Attuale bacino di servizio della marina militare
Altri articoli sui canali :