Il mondo marittimo ottiene il suo Ministero del Mare

Annick Girardin, il nuovo ministro del mare, con Jean-Luc Van den Heede

Il ritorno di un Ministero del Mare è accolto con favore dalla comunità marittima. Ritratto di Annick Girardin, il nuovo ministro e le reazioni della comunità nautica e dello yachting.

Il ritorno del Ministero del Mare al governo di Castex

La composizione del governo di Jean Castex è stata annunciata il 06 luglio 2020. Meno eclatante per il grande pubblico dell'arrivo di personalità dei media presso i Ministeri della Giustizia o dell'Interno, il ritorno di un Ministero del Mare è un elemento chiave per la comunità marittima. Annick Girardin, nominato alla sua guida, è il primo ministro del mare a pieno titolo dal 1991. Inaugurato per la prima volta nel 1981 da Louis Le Pensec, il post è durato solo fino al 1983, poi dal 1988 al 1991. Il termine "Mer", che era tornato a ricoprire il titolo di Segretario di Stato e di Ministro delegato sotto François Hollande, era scomparso dall'inizio del mandato quinquennale di Emmanuel Macron. L'ambito preciso delle competenze del Ministro sarà noto solo dopo la pubblicazione del decreto ufficiale.

Annick Girardin, ministro del mare ultramarino

Il nuovo ministro del Mare, Annick Girardin, proviene dalle file del Partito della Sinistra Radicale. È deputato al Parlamento di Saint-Pierre-et-Miquelon dal 2007 ed è stata responsabile della Francofonia, poi della funzione pubblica sotto la guida di François Hollande. Era stata ministro per la Francia d'oltremare fin dal primo governo di Edouard Philippe.

Accoglienza positiva nel mondo dello yachting

Il ritorno di un Ministero del Mare, richiesto da anni, è stato accolto molto favorevolmente dalla comunità marittima in generale. "Molto attenta e pragmatica, Annick Girardin è una politica che ha a cuore il progresso sui temi e sa quanto sia importante la capitale nautica del nostro Paese. Conosce bene gli attori economici del nostro settore, avendo avuto uno scambio di opinioni con loro, in particolare durante l'ultimo Salone Nautico di Parigi, che è venuto ad inaugurare", dice con piacere Fabien Métayer, Delegato Generale della Fédération des Industries Nautiques - la Federazione Francese delle Industrie Nautiche - Da leggere nella pagina Yacht-Club .

Ma gli attori rimangono attenti alla trasformazione del simbolo in azione. "Avendo lavorato con Louis Le Pensec, sto tenendo d'occhio il decreto che sarà pubblicato per conoscere la portata precisa del ministero. Spero che includa tutte le competenze necessarie per gestire il settore marittimo", dice Michaël Quernez, presidente della Brittany Marina Ports Association. Riferendosi al piano di ripresa post-Covid, Fabien Métayer aggiunge: "Ci aspettiamo che il nuovo governo dia ora espressione concreta al suo sostegno".