Intervista / Il Grand Pavois non è limitato a una fiera nel 2017

Vista aerea del Grand Pavois

Alain Pochon riferisce con BoatIndustry sui progetti di finanziamento e sviluppo della manifestazione e dell'associazione Grand Pavois.

Industria nautica : Quali sviluppi positivi o negativi avete visto dopo la creazione della nuova regione della Nuova Aquitania? Ci saranno conseguenze sulla governance della manifestazione?

Alain Pochon : Lasciando che un rapporto di fiducia vecchio di 40 anni con l'ex regione Poitou-Charentes lavorasse con un nuovo presidente che non conoscevamo, all'inizio avevamo ovviamente un po' paura. Non è stato ancora svolto alcun lavoro ufficiale con la nuova regione della Nuova Aquitania, ma gli scambi informali con il Presidente Alain Rousset sono positivi. Le relazioni sono solo in attesa di svilupparsi, poiché la regione ha annunciato la sua volontà di sostenere il settore nautico.

BI : In senso più ampio, nel contesto della restrizione istituzionale di bilancio, che dire della politica di partenariato? Vi siete evoluti nel finanziamento, con nuovi partner? Qual è la distribuzione del reddito del Grand Pavois?

AP : Il sostegno istituzionale è mantenuto, principalmente dalla Nuova Aquitania e dal dipartimento della Charente-Maritime. Tuttavia, rappresenta ancora solo una piccola parte delle entrate dell'associazione Grand Pavois. La struttura dei finanziamenti rimane abbastanza stabile. Oggi le risorse del Gran Paolo-Pavois possono essere stimate come segue:

  • Espositore (noleggio stand) : 80
  • Biglietto: 12%
  • Partenariato istituzionale: 8%

BI : Che dire della politica di esportazione del concetto di Grand Pavois all'estero, in particolare in Brasile?

AP : Il principio è ancora valido. I paesi destinatari degli ultimi anni stanno affrontando crisi economiche e politiche che frenano la crescita del settore e quindi l'interesse per i progetti da esporre. Rimaniamo quindi attenti, ma abbiamo rinviato le nostre azioni a breve termine ad altri progetti.

Siamo particolarmente interessati allo sviluppo delle fiere in Francia. La proroga di 5 anni della delegazione di servizio pubblico al salone nautico La Ciotat, Les Nauticales, ci permette di progredire nel suo sviluppo.

Diversificando questo tipo di attività, possiamo utilizzare i nostri dipendenti in modo più efficiente e ridurre il peso dei nostri costi operativi su ogni evento.

Nuovi progetti dovrebbero essere resi noti a breve.

BI : Per concludere, quali sono gli obiettivi del Grand Pavois per l'edizione 2016?

AP : L'obiettivo numero uno è l'equilibrio dei conti dell'associazione, che quest'anno è molto difficile.

Al di là dei progetti ancora confidenziali che abbiamo appena menzionato, il rally delle isole del sole, organizzato per il 2017 ci occupa fortemente e dovrebbe segnare l'anno.

Altri articoli sui canali :

Réagir à cet article :
Ajouter un commentaire...
Storia del lungometraggio : Grand Pavois

Alain Pochon :"Le grand Pavois, un salon où l'on signe des ventes" (Il grande Pavois, mostra in cui si firmano le vendite)