Prima chiusura di un impianto all'interno del Gruppo Bénéteau

Barche a vela Jeanneau costruite nella fabbrica americana di Marion

Il Gruppo Bénéteau conferma la chiusura del suo primo impianto di costruzione di barche a vela. Dettagli sulle ragioni e le conseguenze sociali di questa decisione legata all'evoluzione del mercato locale e alla crisi economica nel settore della nautica da diporto a seguito della pandemia di Covid19.

Chiusura dello stabilimento di Bénéteau de Marion

Creato nel 1987, il cantiere navale del Gruppo Bénéteau a Marion, South Carolina, chiuderà i battenti entro la fine del 2020. "È una decisione difficile per un sito storico in uno stato americano che non è necessariamente il più dinamico in termini di posti di lavoro. L'impianto è stato costruito in un anno tra il 1986 e il 1987 in una regione che non è stata toccata da nessun'altra zona di navigazione per servire lo sviluppo delle barche a vela Bénéteau negli Stati Uniti. La produzione sarà gradualmente ridotta da metà settembre 2020 fino alla messa fuori servizio del sito a fine novembre", spiega Mirna Cieniewicz, responsabile della comunicazione del Gruppo Bénéteau.

Fête des 30 ans de l'usine Bénéteau de Marion
Celebrazione del 30° anniversario della fabbrica di Bénéteau a Marion

Segui il mercato dello yachting americano

Formalizzata a seguito delle trattative con le parti sociali del 9 luglio e della presentazione del piano strategico del gruppo, Let's Go Beyond, la decisione è la congiunzione di 2 fenomeni. "Negli ultimi dieci anni circa, la domanda di monoscafi è diminuita negli Stati Uniti. La tendenza è stata esacerbata dalla crisi economica legata alla Covid-19. Le prospettive a breve e medio termine non ci permettono di anticipare un cambiamento", spiega Mirna Cieniewicz. Lo stabilimento di Marion produceva tra il 60 e il 70% delle barche a vela Bénéteau e Jeanneau vendute negli Stati Uniti. Ora saranno importati dall'Europa. Dei 180 dipendenti del sito, solo un piccolo team sarà mantenuto per la gestione dei ricambi.

Il gruppo insiste anche sul termine "lay-up", in quanto le navi rimangono di proprietà del costruttore navale. "Alla fine della crisi, le decisioni sul futuro del sito di Marion potranno essere rivalutate", conferma il responsabile della comunicazione.

Site américain de Marion du groupe Bénéteau
Sito americano di Marion del Gruppo Bénéteau

Negoziati in corso in tutti i siti europei di Bénéteau

Se la legge sul lavoro degli Stati Uniti consente un calendario più rapido, potrebbero seguire altri annunci. Il management conferma che un dialogo comparabile con le parti sociali si terrà per tutti i siti in Europa. "A seconda del paese e del sito, si sta esplorando l'intera gamma di possibilità, dal lavoro a orario ridotto alla mobilità interna e ai licenziamenti. I dati di input devono ancora essere convalidati sul calo di attività, alla luce dei dati relativi all'inizio dell'anno scolastico di settembre", afferma Mirna Cieniewicz.

Altri articoli sui canali :