Cambio di direzione del cantiere italiano Cantiere Del Pardo

Grand Soleil 58 de Cantiere del Pardo

Il management acquisisce la maggioranza delle quote di Cantiere del Pardo, produttore italiano di barche a motore Tall Sun Sailboats e Pardo Yachts. Un cambiamento che segna la continuazione del rilancio di questo grande protagonista della nautica transalpina e chiude un periodo turbolento, tra voci e cause legali.

Il management di Cantiere Del Pardo diventa azionista di maggioranza

Fabio Planamente e Luigi Servidati, storici dirigenti del cantiere Cantiere del Pardo Spa, costruttore delle imbarcazioni a vela Tall Sun Sailboats e Pardo Yachts, hanno assunto il controllo capitalistico dell'azienda. I due soci hanno ora la maggioranza in azienda. L'operazione Ŕ stata effettuata in occasione di un aumento di capitale di 5 milioni di euro. In questa occasione, la famiglia Trevisani e Andrea Amadori, che ha acquistato il cantiere nel 2014, hanno ridotto la loro partecipazione nell'azienda.
Luigi Servidati assumerÓ ora la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione e Fabio Planamente quella di Amministratore Delegato.

Perseguire una dinamica di crescita

Mentre il Cantiere del Pardo Ŕ un giocatore importante negli sport acquatici italiani, l'azienda ha vissuto momenti difficili dopo la crisi del 2008. Spinta da scelte commerciali, come la creazione della gamma di imbarcazioni a motore Pardo Yachts o il varo delle gamme di barche a vela Long Cruise e Custom Line, dedicate ai grandi unitÓ, per il marchio Grand Soleil, l'attivitÓ Ŕ ripresa, con una fatturazione che nel 2018 ha raggiunto i 30 milioni di euro. L'aumento di capitale di 5 milioni di euro mira a mantenere questo slancio di crescita per i due marchi Cantiere del Pardo.

Un anno travagliato per Pardo Yachts

L'acquisizione da parte di Fabio Planamente e Luigi Servidati chiude un anno turbolento per il gruppo Cantiere del Pardo. Le voci sul totale disimpegno della famiglia Trevisani erano state diffuse pi¨ volte sulla stampa italiana. Allo stesso tempo, il sito era bloccato nella sua controversia legale con il Gruppo Hanse sulle accuse di plagio tra il Pardo 43 e il fiordo 42. Dopo il ottenere un accordo con il produttore tedesco della nautica da diporto, il rafforzamento della posizione dei manager permette al gruppo transalpino di guardare al futuro con maggiore serenitÓ.

Altri articoli sui canali :