Fountaine-Pajot, oltre il 50% di crescita nel primo semestre

Astréa 42, il nuovo catamarano Fountaine-Pajot

Il costruttore di catamarani Fountaine-Pajot è partito bene nel 2017/2018. Fatturato, esportazione, portafoglio ordini... Le spie sono accese in verde.

Forte aumento del fatturato

Lo specialista in catamarani da crociera Fountaine-Pajot ha presentato i suoi risultati intermedi per il primo semestre 2017/2018. Sfruttando le favorevoli condizioni del mercato nautico, in particolare nel settore multiscafi, il costruttore ha realizzato un fatturato di 44,1 M €, in crescita del 51,6% rispetto al primo semestre dell'esercizio.

Dinamismo delle grandi esportazioni e del mercato francese

Fountaine-Pajot realizza l'89% delle sue vendite di barche a livello internazionale. Le maggiori esportazioni hanno registrato un incremento delle vendite del 21,3%, trainate da una dinamica particolarmente positiva negli Stati Uniti e nei Caraibi, che rappresentano rispettivamente il 33% e il 25% delle acquisizioni multiscafo del marchio.

Il mercato francese, che rappresenta solo il 10,6% dell'attività di Fountaine-Pajot, sta vivendo un vero e proprio boom, con un incremento del 62,1%.

Un portafoglio ordini completo

A fine febbraio 2018, il portafoglio ordini di Fountaine-Pajot ammontava a 95 milioni, di cui 51 milioni per l'esercizio 2017-2018. La società Roche prevede che le vendite aumenteranno del 20% nell'esercizio in corso. Il continuo rinnovo della gamma dovrebbe consentire di sostenere questa crescita. Dopo Saona 47 nel 2017, Fountaine-Pajot presenta il suo nuovo modello di barca a vela da 42 piedi, l'Astréa 42, al Salone Internazionale Multiscafi Grande-Motte 2018.

La buona salute del produttore del catamarano si riflette anche negli investimenti fatti in passato al Dream Yacht Charter o nelle trattative con Dufour Yachts.

Altri articoli sui canali :