Intervista / RM Yachts: "Dobbiamo promuovere i metodi di costruzione degli yacht RM"

Stephan Constance, co-fondatore di Grand Large Yachting

Stéphan Constance, co-fondatore del gruppo Grand Large, che ha appena rilevato Fora Marine, ci fornisce alcuni punti chiave sulla situazione e la strategia per questa nuova era degli yacht RM.

Il gruppo Grand Large Yachting ha rilevato il cantiere navale Fora Marine, costruttore degli yacht RM, al timone del Tribunale Commerciale nel febbraio 2020. Il suo co-fondatore, Stéphan Constance, spiega la situazione e i progetti per il marchio di barche.

Qual era la situazione di RM al momento della ripresa? Perché era candidato all'acquisizione di Fora Marine?

È una situazione drammatica. Il cantiere costa 200 000 euro al mese e negli ultimi anni le imbarcazioni hanno portato solo 100 000 euro al mese. Ogni mese sono andati persi 100.000 euro, con una perdita di 1,4 milioni di euro. L'equazione di risanamento della società è molto complicata. Ci abbiamo riflettuto molto e abbiamo appena iniziato a prendere posizione. Ma il Grand Large ha le leve per ripristinare una situazione sana. Se ci siamo interessati, è per l'amore per il marchio RM e per la qualità dei suoi team. Le persone sono una delle sue principali risorse. Abbiamo assunto l'80% del personale. RM si basa su un trittico:

  • performance, in particolare attraverso Marc Lombard, con il quale vogliamo continuare a lavorare
  • design distintivo. I colori sgargianti sono stati una grande idea di Martin Lepoutre
  • il Comfort che li rende barche a vela per la famiglia e per il viaggio

È un'equazione da conservare e sviluppare.

Quali sono le leve che state usando per sviluppare le barche a vela RM?

Abbiamo tre leve:

  • know-how industriale, con un'organizzazione che già opera all'interno del gruppo Grand Large
  • la messa in comune degli acquisti. Non si acquista allo stesso prezzo da un cantiere navale con un fatturato di 6/7 milioni di euro e da un gruppo con un fatturato di 60 milioni di euro. Ciò contribuirà a ridurre le perdite.
  • distribuzione all'estero, che oggi rappresenta solo il 20%, principalmente in Spagna e in Italia. Ho un feedback da parte della Grande Distribuzione che è interessata a RM.

Ad esempio, sono già stati avviati grandi progetti sull'ERP.

Che ne è dell'uso di Fora Marine di subappalti e della possibile internalizzazione all'interno del gruppo, così come dello stabilimento di RM a La Rochelle?

Non abbiamo mai delocalizzato un cantiere prima d'ora, tranne Gunboat. Non vogliamo perdere gli uomini e le infrastrutture sono adeguate. Al momento dell'acquisizione di Garcia ci fu detto che non saremmo rimasti a Condé-sur-Noireau. Siamo ancora lì. Per quanto riguarda l'internalizzazione del lavoro svolto dai fornitori, non è questo il nostro piano. Come abbiamo detto in tribunale, la capacità di internalizzare è più che altro un supporto in caso di problemi sul mercato o con un fornitore inadempiente.

Qual è la situazione aziendale e gli obiettivi futuri?

Oggi, gli ex clienti hanno la priorità sugli ordini prima dell'estate del 2020 (NdR: il opinioni di Stephan Constance e di ex clienti sono dettagliate in un articolo dedicato). I nuovi clienti si stanno posizionando per il 2021. L'obiettivo è quello di ripristinare la fiducia con un obiettivo di 8 milioni di euro in 6 anni, tornando a quanto è stato fatto in passato. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo promuovere l'alta qualità dei metodi di costruzione delle imbarcazioni RM ai diportisti, in modo che possano applicare un prezzo tariffario, senza dover fare grandi sconti.

Altri articoli sui canali :