Naviwatt, specialista nella propulsione elettrica da oltre 10 anni

Progettare una barca a propulsione elettrica richiede un approccio globale, Naviwatt condivide con noi la sua esperienza. Dalla concezione alla realizzazione, compreso il progetto dello scafo.

Naviwatt, lo specialista francese delle imbarcazioni a propulsione elettrica, era presente al Salone Nautico di Düsseldorf 2020. BoatIndusty ha approfittato di questo evento per fare il punto sullo sviluppo di questo metodo di propulsione e sulle sue applicazioni.

Naviwatt, 12 anni di esperienza

Dalla progettazione alla costruzione di barche elettriche, Naviwatt offre una gamma di barche semirigide, monoscafi e catamarani principalmente per uso professionale.

Creato nel 2008 e con sede ad Arzon nel Golfo del Morbihan (56), il team di 8 persone, tra cui 3 ingegneri architetti navali, lavora su tutti gli aspetti della propulsione elettrica. Nei suoi 12 anni di esistenza Naviwatt ha prodotto circa 40 imbarcazioni a propulsione elettrica.

Naviwatt Laurent Bérenger

Adattare la barca alla propulsione elettrica.

Laurent Bérenger, responsabile dello sviluppo commerciale di Naviwatt, arriva al cuore della questione: "Ci siamo subito resi conto che non era l'approccio giusto montare uno scafo esistente con propulsione elettrica. Un sistema di propulsione elettrica non dovrebbe essere installato in un'imbarcazione non destinata alla propulsione elettrica. Tutti gli esperimenti, soprattutto quelli sui RIB, hanno dato luogo a scarse prestazioni. »

Naviwatt Laurent Bérenger

Per Laurent Bérenger, la propulsione elettrica può essere suddivisa in 2 soggetti principali:

  • La progettazione della propulsione elettrica che integra motori, batterie, caricabatterie e tutto l'ambiente circostante
  • Il programma di navigazione che determinerà il design dell'imbarcazione.

Così, per ogni progetto, il team di ingegneri architetti navali sviluppa un concetto di propulsione completamente elettrica specifico per ogni utilizzo. Da 12 anni Naviwatt ne fa una specialità.

All'inizio dell'attività del cantiere, Naviwatt produceva piccole imbarcazioni da diporto per il noleggio azionate da un motore da 4 kW, cioè meno di 6 cv, poi imbarcazioni per il trasporto di passeggeri di 15 m di lunghezza azionate da 2 motori da 20 kW (meno di 30 cv) ciascuno, per una velocità da 12 a 15 km/h (8 nodi), una potenza sufficientemente bassa da offrire un'autonomia di un giorno di funzionamento.

Naviwatt Laurent Bérenger

Per alcune applicazioni, la propulsione elettrica è la scelta giusta: " L'azionamento elettrico è adatto all'uso predittivo con un consumo giornaliero costante senza essere elevato ", dice Laurent Bérenger.

« A seconda dell'uso, è possibile consumare molto carburante (benzina o diesel) durante l'anno, anche se il consumo giornaliero rimane basso. In questo caso, la propulsione elettrica diventa finanziariamente attraente e molti professionisti si sono convertiti alla propulsione elettrica, soprattutto nel trasporto passeggeri in "aree chiuse" come i porti. Ad esempio, le navette passeggeri alimentate elettricamente funzionano molto bene. L'uso quotidiano genera un basso consumo energetico che, se ridotto all'anno, è significativo. A lungo termine, i risparmi finanziari vengono realizzati e", insiste Laurent Bérenger.

« I principali vantaggi della propulsione elettrica sono la facilità d'uso, la bassa manutenzione e la manovrabilità grazie alla sua ampia gamma di utilizzo rispetto ad un motore a combustione interna. Un motore elettrico può funzionare a velocità molto basse con una coppia elevata immediatamente disponibile "Laurent Bérenger fa un'offerta

Purtroppo, per un tipico uso marittimo intensivo, di tipo nautico, cioè intensivo, in un breve periodo di tempo - cioè consumando molto durante un giorno e poco durante l'anno - la propulsione elettrica non è necessariamente adatta.

Definire la necessità prima di progettare

Naviwatt Laurent Bérenger

Quindi, per ogni progetto di imbarcazione, Naviwatt parte dalla definizione di un'esigenza e poi redige una specifica che definirà lo stoccaggio e poi la potenza propulsiva e quindi l'imbarcazione viene sviluppata per essere il più leggero ed efficiente possibile in termini di scafo per il suo preciso utilizzo. Ad esempio, per un RIB che probabilmente andrà in mare aperto, sarà preferibile uno scafo a V abbastanza pronunciato, mentre per una barca che rimane in acque piatte e calme questo non è necessario.

Miglioramenti necessari

Naviwatt Laurent Bérenger

Naviwatt presuppone che la produzione di energia elettrica rimanga a terra, anche se alcune navi sono quasi autonome (ma questa è una piccola minoranza). Il tempo di ricarica e lo stoccaggio dell'energia elettrica rimangono i punti di miglioramento necessari per lo sviluppo della propulsione elettrica.