Edizione speciale / Nauticspot : Strumenti per gestire il vostro porto e aiutare i diportisti

Sensore Nauticspot per la supervisione dei porti turistici

Sicurezza, gestione degli ormeggi, servizi per i diportisti... Nauticspot sviluppa strumenti fisici e digitali per gli operatori di porti turistici in Francia e all'estero.

Uno strumento per la supervisione di porticcioli e ancoraggi

Il primo prodotto sviluppato da Nauticspot, il suo strumento di supervisione portuale, Ŕ destinato ai porti turistici. Utilizzando sensori wireless installati sui pontoni, il sistema rileva la presenza di un'imbarcazione in un ormeggio portuale. In questo modo si sgravano gli agenti portuali dalle operazioni di cronometraggio, si facilita la gestione delle assenze e la riattribuzione dei posti portuali ai diportisti in porto di scalo. Le informazioni sono riferite al software operativo esistente utilizzato dal porto turistico.

Con lo sviluppo di boe collegate e sensori di portata sufficiente, Nauticspot ha esteso la sua offerta alle aree di ormeggio. Il sensore di presenza Ŕ anche una funzione di sicurezza, che avverte in caso di rottura del cavo di ormeggio.

Applicazioni di servizio per i diportisti

Allo stesso tempo, Nauticspot ha sviluppato la sua applicazione mobile per i diportisti. Adatta alle esigenze di ogni marina, integra una serie di moduli e pu˛ essere venduta separatamente dall'offerta di supervisione, o come complemento. Tra le proposte ci sono le seguenti:

  • le previsioni del tempo digitalizzando il bollettino visualizzato nella capitaneria di porto e fornendo informazioni dalla stazione meteorologica
  • visualizzazione della webcam della porta
  • un modulo di dichiarazione di assenza
  • un servizio di sicurezza di tipo "port waze" che consente al diportista di segnalare e localizzare un'anomalia, generando un allarme inviato ai dipendenti del porto
  • numeri di emergenza
  • un modulo di notizie

Altri servizi possono essere presi in considerazione in base alle richieste del cliente.

Boa collegata

Premi internazionali per il successo e l'innovazione

"Dopo 3 anni di test intensivi in cui abbiamo attrezzato i porti per campioni da 25 a 200 ormeggi, i gestori, come a Mentone, ci hanno ordinato di sorvegliare tutti i pontoni. Siamo giÓ in una ventina di porti e le prime boe collegate partiranno per la Polinesia per il progetto di ormeggio intelligente in corso con i partner del cluster System Factory di Tolone", afferma JÚrÚmy Ladoux, fondatore di Nauticspot. L'azienda si sta internazionalizzando e ha ottenuto un primo contratto a Valencia. Seduce anche le giurie dell'innovazione, come al concorso "Les Inn'ovations" della Regione Occitana, dove Ŕ stato premiato per la mobilitÓ intelligente e sostenibile o quello di Graines de Boss.