X-Yachts si propone come marchio di barche a motore

X-Yachts riacquista HOC Yachts barche a motore

Il famoso velista danese X-Yachts ha annunciato l'acquisto di un cantiere di barche a motore. Un desiderio di diversificazione maturato in un lungo periodo di tempo e che riflette una forte tendenza nel mercato della nautica da diporto in tutto il mondo.

X-Yachts riacquista HOC Yachts barche a motore

Il cantiere danese X-Yachts ha 40 anni di esperienza e una forte reputazione nel settore della nautica da diporto. Il marchio scandinavo ha deciso di entrare nel mercato dei motoscafi acquisendo la societÓ svedese HOC Yachts. Fondata nel 2014, la casa costruttrice si Ŕ specializzata in unitÓ di fascia alta, collaborando con Petestep per scafi innovativi e Yacht Defined per sistemi di domotica e controllo elettronico. In occasione dell'evento acquisizione di Yacht Definito nel gennaio 2018 la Navico Marine Electronics Truck aveva acquisito una partecipazione in HOC Yachts.

Una volta attuata la filosofia generale della fusione, la produzione dei modelli HOC Yachts sarÓ rimpatriata da Gotland in Svezia agli stabilimenti X-Yachts in Danimarca.

Una strategia di diversificazione matura per gli yacht X-Yachts

L'acquisizione di HOC Yachts Ŕ il risultato di un lungo processo di riflessione", ha dichiarato Ib Kun°e, Presidente di X-Yachts. "Abbiamo visto che c'era la necessitÓ di una barca a motore che potesse contribuire a onorare la visione di X-Yachts di un piacere di navigazione superiore per realizzare i sogni dei nostri clienti. Come abbiamo visto, c'erano 2 opzioni: o sviluppare un marchio X-Power da zero o acquistare sul mercato un prodotto che potesse soddisfare la nostra visione e missione"

Mentre il marchio danese accoglie con favore l'attuale filosofia dei modelli HOC Yachts, intende portare "un tocco X-Yachts, basato su 40 anni di apprendimento nello sviluppo di barche a vela"

Infusione a X-Yachts

Evoluzione europea dalla vela alla vela a motore

L'acquisizione di HOC Yachts Ŕ la conferma di una tendenza generale del mercato europeo della nautica da diporto. Molti dei principali operatori europei del settore nautico sono nati dalla costruzione di barche a vela. Sebbene la pratica della vela persista, oggi non Ŕ sufficiente a garantire la sopravvivenza di tutti. Negli ultimi anni, possiamo citare gli esempi dei cantieri navali italiani Del Pardo, costruttore del Grand Soleil o delle barche a vela Solaris per le barche a vela omonime, o in Francia Pogo Structures. Tutti si sono imbarcati, su scala personale, su barche a motore. Il maggior volume del mercato ci permette di aspettarci una maggiore produzione. La padronanza delle pi¨ elaborate tecniche di fabbricazione dei compositi apre la possibilitÓ di imbarcazioni pi¨ leggere ed efficienti dal punto di vista energetico, un argomento importante in un contesto di interesse ambientale.

Altri articoli sui canali :

RÚagir Ó cet article :
Ajouter un commentaire...