Intervista / Nautix: Quale strategia per il windsurf e la pittura marina?

Matthieu Taburet, direttore vendite di Nautix

Durante una visita allo stabilimento Nautix di Guidel, Matthieu Taburet, uno dei due partner, ci ha dato un'idea della strategia di Nautix e della sua visione dei mercati della pittura marina e del windsurf.

Matthieu Taburet, partner e direttore commerciale del produttore bretone di attrezzature nautiche Nautix, risponde alle domande dell'industria nautica sui mercati della verniciatura e del windsurf e sul posizionamento dell'azienda.

Come si posiziona Nautix nei suoi diversi mercati rispetto alla concorrenza?

C'è una grande differenza tra l'iniezione di parti in plastica dove abbiamo 120 concorrenti solo in Bretagna, la verniciatura dove siamo 5 o 6 in Francia e l'attrezzatura da windsurf dove siamo 3 o 4 nel mondo. Ogni mercato ha la propria scala e il corrispondente livello di flessibilità.

Qual è la sua ambizione nel mercato delle vernici marine?

Nautix è l'unico giocatore in Francia ad essere veramente concentrato sulla nautica. Tutti gli altri sono multisettoriali, come Akzo Nobel con International. Vogliamo essere leader e considerati un referente in Francia con una buona conoscenza tecnica e legislativa. C'è un reale interesse a fare ricerca e produzione in Francia, in un periodo di corto circuito. Ciò richiede investimenti: il costo di una formula convalidata dall'Unione europea è compreso tra 250.000 e 400.000 euro. Il processo di fabbricazione di un'antivegetativa non è molto complicato, quello che è, è la riproducibilità e lo sviluppo. Abbiamo anche un laboratorio comune con l'Università della Bretagna del Sud.

Qual è il ruolo di Nautix nell'evoluzione dell'antivegetativa e nella transizione in corso?

Abbiamo un forte dovere educativo ed è per questo che siamo presenti alle fiere, facciamo formazione con i cantieri navali e i fornitori di navi. La storia si sta scrivendo e ci stiamo muovendo nella giusta direzione. Ciò che c'è sul mercato non è perfetto, ma oggi ci sono soluzioni meno impattanti, con un interessante rapporto beneficio/rischio. Il problema è che le nuove soluzioni non sono sempre ben analizzate in questo senso. Nel breve termine, è necessario ottimizzare i tassi di biocidi, lavorando sulle resine per mantenere una buona durata di efficacia.

Nautix ha un'immagine di pittura per barche da regata. Qual è la situazione?

La nostra attività di regata d'altura è nata contemporaneamente a Port La Forêt e Lorient con skipper come Le Cam o Desjoyeaux. E' un biglietto da visita per l'esportazione, ma stiamo cercando di uscire da questa immagine in Francia. Abbiamo vernici per tutti gli usi, professionisti, pescatori ricreativi, barche a vela in tutto il mondo... Con il Barracuda Tour, vedremo il mondo della pesca.

Quali sono gli sviluppi nel campo del windsurf?

Abbiamo rilasciato il nostro primo boom monoblocco per le onde nel 2018. Questo dà un miglior rapporto rigidità/leggerezza. Seguirà un secondo modello dedicato allo slalom. Stiamo lavorando anche alla fornitura di alberi e alla riprogettazione delle vele.

Altri articoli sui canali :