R-Marina, i porti turistici normanni collegati si rivolgono al mercato internazionale


R-Marina, la rete di gestione dei porti turistici wifi, seduce i porti turistici in Francia e all'estero. Ritratto di un'azienda normanna in crescita.

Un know-how tecnico

R-Marina è un marchio della società normanna S2F Network. Si affida al know-how degli ingegneri di telecomunicazione dell'azienda per offrire un servizio marina collegato, facilitando la gestione dei porti turistici. Grazie alla rete di trasmettitori wifi e sensori R-Marina collegati alle apparecchiature portuali (acqua, elettricità, illuminazione, ecc.), i team tecnici possono gestire i vari bacini dalla capitaneria di porto, utilizzando il loro consueto software di gestione.

Un'offerta globale, adattabile alle attrezzature esistenti

A seconda delle esigenze del gestore del porto, R-Marina offre diversi livelli di servizio. L'azienda può rispondere in modo completo, con i suoi partner, per fornire tutte le attrezzature, compresi i terminali elettrici, fornitura di acqua, controllo accessi... Può anche essere adattato su apparecchiature esistenti recenti aggiungendo i sensori necessari per l'acquisizione dei dati.

Guadagni per la barca

Come spiega Stéphanie de Bazelaire, responsabile dell'azienda, grazie all'infrastruttura della rete R-Marina, il porto semplifica la sua gestione ma può anche migliorare i suoi servizi all'utente. "Possiamo quindi utilizzare i terminali per offrire un efficiente servizio wifi ai diportisti in sosta. Con sistemi come lo scarico automatico dell'acqua in funzione della temperatura, il sistema può essere rimesso in servizio rapidamente, anche per brevi periodi, a beneficio dei diportisti. "

Una società in piena crescita che punta all'esportazione

Creata nel 2011, S2F Network svolge la maggior parte delle sue attività nei porti turistici. Oggi impiega una ventina di persone, dall'ingegnere al tecnico per l'installazione di R-Marina. Il fatturato è passato da 1 milione di euro nel 2014 a 2,7 milioni di euro nel 2016, a testimonianza di una buona crescita che intende perseguire a livello internazionale. Dopo numerosi contratti interessanti in Francia, in particolare a La Rochelle, nel porto di Antibes a Vauban o con la Compagnie des Ports du Morbihan, conta sulla sua rara capacità di proporre un'offerta completa per proseguire il suo sviluppo. Con una decina di porti già nel Regno Unito e un primo in Florida, le esportazioni dovrebbero stimolare l'attività. Negli Stati Uniti e in Italia i venditori stanno portando avanti questa dinamica.

Altri articoli sui canali :

Réagir à cet article :
Ajouter un commentaire...