Avviato Energy Observer, il primo idrovolante autonomo a idrogeno

Avvio dell'osservatore energetico

L'Energy Observer, la prima nave in grado di produrre l'idrogeno necessario per la sua propulsione, Ŕ stato varato a Saint-Malo venerdý 14 aprile 2017. Un passo pi¨ vicino alla nautica pulita?

Lancio festivo

Il 14 aprile 2017 Ŕ stato varato l'osservatorio dell'energia, il primo battello "autonomo a idrogeno". Il culmine di tre anni di progetti e ricerche, tra cui un anno di lavoro sull'ex catamarano Enza di Peter Blake, ora Energy Observer, il varo della barca ha riunito tutti i soggetti coinvolti nel progetto e molti spettatori nello spazio aperto di fronte alla cittÓ di Saint-Malo. Nicolas Hulot, padrino della barca, era presente per l'occasione. A completare la festa, Victorien Erussard, iniziatore del progetto Energy Observer e skipper della barca, ha potuto assistere alla nascita del suo secondo figlio pochi minuti prima del varo!

Produzione di idrogeno

Mentre l'uso delle celle a combustibile sulle navi non Ŕ nuovo, finora l'idrogeno doveva essere spedito prima di lasciare il bacino, in quanto prodotto a terra. L'Energy Observer segna una nuova tappa che consente ormai di produrre il proprio combustibile per elettrolisi dell'acqua di mare.

Conservazione dell'energia

Coperto di pannelli solari e dotato di turbine eoliche ad asse verticale, l'osservatore energetico dispone di diversi mezzi di produzione di energia. Questi mezzi ecologici hanno una produzione intermittente legata al sole e al vento, il dispositivo di elettrolisi permetterÓ di immagazzinare il surplus sotto forma di idrogeno, un'alternativa il cui rapporto peso/potenza Ŕ molto pi¨ interessante di batterie convenzionali o di un combustibile convenzionale. Energeticamente, la capacitÓ di 60 kg di idrogeno dell'Osservatore dell'Energia Ŕ equivalente a 240 L di combustibile fossile.

La sfida dello stoccaggio di energia grazie alla catena dell'idrogeno va ben oltre il settore marittimo e interessa l'intero settore delle energie rinnovabili, come dimostra il coinvolgimento di CEA-Liten, partner del progetto.

Miscelare le energie

Oltre alla cella a combustibile a idrogeno, l'osservatore dell'energia incorpora molte tecnologie energetiche innovative. Il catamarano Ŕ coperto da 120 m▓ di pannelli solari, di cui quelli posti sul retro dell'imbarcazione utilizzano la tecnologia detta della goccia d'acqua, sfruttando la concentrazione di energia grazie alla riflessione sull'acqua.

Le turbine eoliche verticali sono state ottimizzate per la produzione di energia.

Turbina eolica verticale dell'osservatore di energia

Una vela da kite intelligente, sviluppata con la compagnia Beyond The Sea di Yves Parliament, offrirÓ assistenza alla navigazione per la propulsione.

I motori elettrici di propulsione sono reversibili per produrre elettricitÓ.

Prove e dimostrazioni

Dopo due mesi di test a Saint-Malo per completare lo sviluppo della barca, l'osservatore energetico inizierÓ un tour in Francia via Parigi nel mese di luglio per raggiungere Monaco nel dicembre 2017. Il catamarano inizierÓ poi un tour mondiale di 6 anni, durante il quale JÚr˘me Delafosse farÓ reportage per il canale PlanŔte.

Altri articoli sui canali :