Nautitech: il cantiere di catamarani conferma che sta negoziando un piano di salvaguardia

Ingresso al cantiere Nautitech

Il costruttore di multiscafi Nautitech ha aperto le trattative per un piano di salvaguardia dei posti di lavoro. Mentre il management cita l'epidemia di Covid-19 come causa di possibili licenziamenti, gli ex dipendenti indicano precedenti difficoltà.

Negoziati per la riduzione della forza lavoro presso il cantiere Nautitech

Un piano di protezione del lavoro è attualmente in fase di negoziazione tra la direzione del costruttore di multiscafi Nautitech e i rappresentanti dei dipendenti. Sebbene la stampa locale abbia riportato l'ipotesi di 60 licenziamenti, le parti coinvolte non hanno confermato alcuna cifra. " Per legge, queste discussioni sono riservate. Il processo è appena iniziato e l'obiettivo è ovviamente quello di ridurre al minimo i licenziamenti "dice Gildas Le Masson, Direttore Generale di Nautitech.

Nautitech 46
Nautitech 46

Anticipare la crisi nautica di Covid-19

La gestione di Nautitech giustifica la ristrutturazione con gli effetti della pandemia di coronavirus sul mercato della nautica da diporto. " Il contenimento ha creato una situazione a partire da metà marzo che ha causato l'arresto degli ingressi di controllo. Ci sono state alcune marginali cancellazioni di barche esistenti, ma d'altra parte sono mancati nuovi ordini per 3 mesi in un momento tradizionalmente importante. In particolare, c'è stata la cancellazione del Salone Nautico Grande-Motte Multiscafo e della sua clientela internazionale altamente qualificata, che ha avuto un forte impatto. Non è in gioco il breve termine, ma non possiamo starcene con le mani in mano, perché il futuro non è quello che ci si aspettava. È mio dovere, in qualità di leader aziendale, di anticipare il calo di attività che si verificherà nel corso dell'anno "dice Gildas Le Masson. Il manager non vuole specificare le sue ipotesi di calo di attività che anticipa" molto significativo ".

Gildas Le Masson, directeur général de Nautitech
Gildas Le Masson, Direttore Generale di Nautitech

Segnali di avvertimento interni

La giustificazione di Covid-19 non soddisfa tutti gli osservatori. Gli annunci di espansione regolarmente rinviati e i complessi rapporti con il gruppo bavarese hanno indicato per alcuni una fragilità di Nautitech nel mercato in relativo rallentamento del multiscafo. Un ex dipendente testimonia lo spirito dell'azienda anche prima della pandemia. " Non è proprio una sorpresa. Potevamo sentire le difficoltà. I contratti a tempo determinato erano già scaduti. La cosa sorprendente è che non molto tempo fa annunciavamo un portafoglio ordini di un anno e oggi, senza cancellazione, parliamo di 35 barche l'anno prossimo rispetto alle 75 - 80 di prima. Le difficoltà non sono solo dovute al problema del fornitore di mobili e della Covid. "

Nautitech ai saloni nautici

Per mantenere il corso commerciale, la direzione desidera partecipare ai saloni nautici. " Nautitech sarà presente ai saloni nautici autunnali, che dovrebbero svolgersi, ma con una formula diversa, in vista del probabile significativo calo di presenze "conclude Gildas Le Masson

Altri articoli sui canali :