Cornouaille Gréement : "Il nuovo piano è adatto a vele di barche "grandi""

Nuovo impianto di Cornouaille - Concarneau All Purpose © Stan Thuret

Stéphane Hébert, direttore di Cornouaille Gréement, rappresentante del velista All Purpose di Concarneau, ci presenta il suo nuovo piano e le sue conseguenze per l'ulteriore sviluppo della sua attività.

Un nuovo piano per tutti gli scopi Concarneau

Cornouaille Gréement, membro del GIE de voilerie All Purpose, con sede a Concarneau, ha inaugurato nel gennaio 2020 un nuovo piano per la produzione e la riparazione di vele. Installato nell'edificio adiacente al sito storico di rue des Bolincheurs, nella zona portuale della città finisteriana, il nuovo strumento ha una superficie di 250 m². Sostituisce l'attuale pavimento di 80 m² creato nel 2013. "Teniamo i 2 edifici. Il primo è ora interamente dedicato all'attività di sartiame (NdR: Cornouaille Gréement è l'agente Selden), mentre il piano occupa quasi completamente il nuovo edificio. Ci sono 3 postazioni di lavoro operative per il fabbricante di vele e si stanno prendendo accordi per installarne una quarta in futuro", spiega Stéphane Hébert, direttore dell'azienda.

Nuovo piano

Accompagnare la crescita dell'attività velica

La nuova attrezzatura fa parte della dinamica dell'azienda fondata nel 2009 da Stéphane Hébert. Iniziata intorno al sartiame e alla marineria, l'attività si è estesa alla vela nel 2013 con la creazione di un piano e il reclutamento di una barca a vela. Una partnership con i velisti Voile Océans de Brest e Roscoff ha permesso a Cornouaille Grément di produrre nuove vele e di ripararle con il marchio Voile Océans. Alla fine del 2018, i 3 velisti hanno deciso di aderire al GIE All Purpose, Cornouaille Gréement mantenendo l'indipendenza dai velisti di Brest e Roscoff. "Con questo corso, ci siamo spostati su scala nazionale, al di sopra del nostro accordo finisteriale. Questo ci ha permesso di sfruttare la forza del gruppo in termini di messa in comune di risorse e competenze, in particolare la competenza tecnica in materia di nuovi materiali e tessuti. Avevo lavorato per 2 anni su un'estensione per avere più spazio e una persona in più. L'integrazione a tutti gli scopi ha dato impulso al fenomeno" spiega Stéphane Hébert.

Il vecchio edificio è interamente dedicato alle sartie

Grazie al suo nuovo piano, All Purpose Concarneau potrà ampliare la sua clientela e migliorare il suo servizio. "Guadagneremo in reattività con una persona in più a terra (N.d.R.: 2 dipendenti in vela e 1 dipendente in sartiame più il manager come rinforzo). Abbiamo anche la possibilità di realizzare vele da "grande barca" come un Cigale 16 che abbiamo appena consegnato. L'obiettivo, prima della crisi del Coronavirus, era di passare da una trentina di vele nel 2019 a una cinquantina nel 2020. Vedremo cosa succederà" conclude Stéphane Hébert.

Altri articoli sui canali :