Intervista / Nautitech Catamarani: "Flessibilità più che aumento di capacità

Il team di produzione dei catamarani Nautitech

Quando tutti i costruttori di multiscafi comunicano sulla loro crescita, BoatIndustry fa nuovamente il punto con Gildas Le Masson sui progetti industriali annunciati da Nautitech Catamarans nel 2018.

Riconfigurazione del sito di produzione del catamarano Nautitech

Creato nel 1990, il marchio di catamarani Nautitech ha vissuto l'intera evoluzione del mercato dei multiscafi e la sua forte crescita a partire dagli anni 2000. Per far fronte a questa situazione, il cantiere ha pensato per diversi anni di sviluppare il suo strumento industriale. La comunità di Rochefort in Charente-Maritime, la sede del costruttore navale, ha offerto alla società una sede nel porto commerciale. Mentre un il trasferimento è stato preso in considerazione al momento dell'acquisizione da parte del Gruppo Baviera nel 2018 I piani della società si sono evoluti, dice Gildas Le Masson, direttore di Nautitech Catamarans. " Stiamo invece lavorando ad una riconfigurazione del sito attuale. E' più complicato, ma alla fine pensiamo che abbia più senso, con la possibilità di far passare il lavoro per fasi. Sarà più flessibile del nuovo sito che ci è stato proposto, che è più piccolo di quello attuale, con un terreno più piccolo, troppo piccolo e meno adattabile. "

Gildas Le Masson, Direttore di Nautitech Catamarani

Adattamento al mercato dei multiscafi

Sebbene le statistiche di crescita a due cifre del mercato dei catamarani negli ultimi anni abbiano creato una certa euforia, molti osservatori annunciano e anticipano un possibile rallentamento. Un tale ritmo non può essere mantenuto per sempre. L'impatto di eventi come l'epidemia di coronavirus sul settore del turismo e dei charter, con cancellazioni e calo delle prenotazioni, porta alla cautela. " Cerchiamo la flessibilità più che l'aumento intrinseco della capacità di produzione di catamarani. Oggi, metà della mia attività si svolge per metà con privati e l'altra metà con professionisti del settore charter. Se necessario, devo essere in grado di cambiare il mio mix di prodotti. L'obiettivo è sempre quello di garantire il futuro a lungo termine dell'azienda "spiega Gildas Le Masson.

Un'esigenza di reclutamento sempre importante per Nautitech

Interrogato sulla discrezione dell'azienda in termini di attività, in un mercato in cui tutti comunicano le proprie esigenze di reclutamento, il direttore conferma che Nautitech non fa eccezione alla regola. " Siamo sempre alla ricerca di collaboratori. La comunicazione al di fuori dei prodotti non fa parte dell'attività naturale del Gruppo Baviera. Siamo molto concentrati sui nostri progetti, che occupano molto del nostro tempo. "

Altri articoli sui canali :