Intervista / Mercury Marine: "Abbiamo i prodotti e la rete per essere leader in Francia"

Maurice Duranthon, Francia Direttore di Mercury Marine

Il nuovo manager di Mercury Marine in Francia, Maurice Duranthon, risponde alle nostre domande. Viaggio, visione del mercato della motoryachtting, rete e obiettivi dello specialista americano dei motori marini.

Abbiamo approfittato dei saloni nautici autunnali per incontrare Maurice Duranthon, il nuovo Mercury Marine Manager per la Francia dal 1░ giugno 2019.

Qual era il suo background prima di entrare a far parte di Mercury Marine e quali motivi l'hanno spinta ad entrare in azienda?

Francese, 48 anni, ho avuto una lunga esperienza in Belgio. Ho lavorato per 20 anni nella grande azienda americana Parker Hannifin. Lý ero responsabile della filtrazione post-vendita per l'area EMEA. Volevo tornare in Francia e ho pensato che la mia esperienza all'interno di un grande gruppo americano in Europa avrebbe potuto giovare ad altri gruppi americani con un'attivitÓ in Francia. L'occasione si Ŕ presentata con Mercurio. I miei clienti della Marine di Parker Hannifin sono ancora oggi clienti o concorrenti di Mercury.

Quali nuovi aspetti del mercato dello yachting vi hanno segnato dal vostro arrivo?

C'Ŕ una vera varietÓ con aspetti pi¨ tecnici rispetto al passato. La mia cultura tecnica mi Ŕ molto utile. Sono rimasto molto colpito dalla forte stagionalitÓ dell'attivitÓ su un ciclo annuale e non trimestrale come ero abituato. ╚ importante avere una certa prospettiva quando si guardano le cifre e i risultati.

Quali sono gli obiettivi di Mercury Marine in Francia e le azioni da intraprendere per raggiungerli?

L'obiettivo Ŕ semplice, Ŕ quello di raggiungere il 1░ posto tra i produttori di motori marini. Le statistiche annuali di registrazione sono un riferimento. Abbiamo i prodotti e la rete per farlo. Contrariamente alla solita immagine, Mercury Marine non Ŕ solo sulle grandi potenze, siamo giÓ leader sui motori fuoribordo a 6 CV.

Le azioni specifiche si concentreranno sui motori trasportabili, sulla motorizzazione a distanza e sui fuoribordo V6/V8, che sono la locomotiva che guida il resto. Sul lato sterndrive, in Francia, c'Ŕ quasi solo la motorizzazione a distanza, con fuoribordo ad alta potenza che occupano il mercato delle nuove costruzioni.

Quali sono le azioni sul lato OEM?

Ci sono pochi cambiamenti sul lato dei motoscafi di grandi marche. D'altra parte, Ŕ una sfida per i cantieri di medie dimensioni di tutta Europa. Vorremmo sviluppare delle partnership.

E la rete di rivenditori Mercury?

Ho la volontÓ di spingere l'immagine di Mercury nella concessionaria. Siamo fortunati ad avere una rete quasi esclusiva. Dobbiamo giocare con questo per rendere l'esperienza il migliore possibile.

Altri articoli sui canali :