Timoni di bamb¨, il laboratorio di interfaccia sperimenta con i biocompositi

Smontaggio di un timone a fibra di bamb¨

Mettere i biocompositi a bordo. Questo Ŕ l'obiettivo del workshop sull'interfaccia e dei timoni a fibra di bamb¨ Aloes 18 presentati a JEC World 2018, come spiega Antoine Mainfray.

Pale in zafferano in materiale ecologico

Atelier Interface, un cantiere navale creato da Antoine Mainfray e con sede in Charente-Maritime, ha esposto i timoni del suo prossimo yacht, l'Aloes 18, al JEC World 2018 nell'area Innovation Planet "Make It Real". L'originalitÓ di queste pale del timone risiede nei loro materiali, rispettando il pi¨ possibile l'ambiente. L'anima Ŕ realizzata in polietilene tereftalato (PET) espanso riciclato. Questo Ŕ il materiale utilizzato per le nostre bottiglie d'acqua. Le pelli sandwich sono realizzate con fibre di bamb¨, mentre la resina utilizzata Ŕ parzialmente biosorgente. Il pezzo Ŕ realizzato sotto vuoto con il metodo dell'infusione.

Safran in produzione

Un progetto di partenariato per concretizzarsi

L'Atelier Interface sta lavorando al progetto delle pale del timone con diversi partner. Cobratex fornisce i tessuti di bamb¨, Armacell l'anima in PET e Resoltech la resina epossidica. "Questo fa parte del mio processo interno di ricerca e sviluppo. L'obiettivo Ŕ quello di fare qualcosa di diverso dai test di laboratorio e di passare a test reali, con forme pi¨ complesse rispetto alle semplici piastre. Saremo in grado di vedere come invecchiano i componenti con l'uso reale", spiega Antoine Mainfray.

Con l'Ifremer sono in corso test di invecchiamento accelerato. Cobratex continua cosý lo sviluppo dei suoi prodotti e Armacell continua il suo radicamento nel settore nautico.

Pala del timone in fibra di bamb¨

Un cliente che ascolta

Per impegnarsi in una sperimentazione reale, Ŕ necessario anche un armatore disposto a collaborare. Il workshop sull'interfaccia ha avuto l'opportunitÓ di incontrarlo. "Il cliente del prossimo Aloes 18 era pronto a provare pezzi con materiali "meno sporchi". ╚ stata l'occasione per testare questi biocompositi"

Altre aloe da seguire

L'Aloes 18 Ŕ il primo modello della gamma Atelier Interface. La seconda unitÓ Ŕ in costruzione. Presto dovrebbero aggiungersi nuovi modelli. Il cantiere annuncia l'arrivo del Flow 19 e dell'Aloes 25. L'esperienza dei timoni a fibra di bamb¨, se coronata da successo, ha davanti a sÚ un futuro luminoso.

Altri articoli sui canali :

RÚagir Ó cet article :
Ajouter un commentaire...