Una nuova rinascita per le barche a vela Bi-Loup

Bi-Loup 90

Le barche a vela Bi-Loup del cantiere Wrighton torneranno nei saloni nautici nel settembre 2019. Christophe Riotte ci racconta le ambizioni e la pianificazione del progetto che ha avviato con Yoann Cotte per rilevare un marchio emblematico della nautica da diporto, pioniere delle barche a vela a doppia chiglia.

Acquirenti del cantiere Wrighton e delle barche a vela Bi-Loup

Nel settembre 2018, François Lebailly e i suoi partner annunciano a malincuore a BoatIndustry lo scioglimento di Wrighton Bi-Loup. La scomparsa del marchio, noto nel panorama della nautica da diporto, aveva rattristato molti fedeli. Senza contare sulla resistenza di un sito che era già stato ripreso più volte. Dopo diversi mesi di voci, 2 acquirenti, Christophe Riotte e Yoann Cotte, confermano la rinascita di Wrighton. " Siamo entrambi industriali attivi in altri settori di attività. E navighiamo in Bi-Loups da diversi anni. Quindi eravamo attaccati al marchio. "spiega Christophe Riotte.

Bi-Loup ha fatto la sua reputazione grazie alle biquilles

Una ripresa ragionata della costruzione della Bi-Loup

I nuovi proprietari si impegnano a fare le cose per bene, prendendosi il loro tempo. La sede centrale di Wrighton SAS, la nuova struttura, è a La Rochelle, ma la fabbricazione delle barche è stata rimpatriata nella loro regione, a Mâcon. " Vogliamo una guarigione senza intoppi. Ci siamo presi il tempo di chiarire le cose in termini di inventario, stock, trasferendo gli stampi nelle nostre officine. Vogliamo dedicare del tempo per ottimizzare i costi di produzione e di trasporto per essere efficienti e realizzare un recupero sostenibile. "dice Christophe Riotte. " Tuttavia, abbiamo deciso di essere al Grand Pavois 2019, anche se il nuovo Wrighton 36 (Nota dell'editore: nuova versione del Bi-Loup 109) non è ancora pronto, per dimostrare che il marchio sta continuando e progredendo. "

L'azienda impiega attualmente circa dieci persone.

Bi-Loup 109 in costruzione nel vecchio cantiere

Un posizionamento più giovane e più qualitativo

Il nuovo team vuole lavorare sull'immagine della barca e sul suo posizionamento sul mercato della nautica da diporto. La gamma comprende i modelli Wrighton 26, Wrighton 30, per i quali sono allo studio le prime stime e la produzione è pronta all'inizio. Una nuova versione del Bi-Loup 109, ribattezzato Wrighton 36, viene annunciata quest'anno, rielaborata con il suo architetto Vincent Lebailly e il designer Pierre Frutschi. " Il nostro obiettivo è quello di restituire giovinezza al marchio lavorando anche sulle prestazioni. Lavoreremo anche sulle rifiniture interne con i nostri falegnami operai che eseguono l'allestimento interno delle imbarcazioni. Il nostro obiettivo è una qualità vicina all'idea di Hallberg-Rassy. "illustra l'acquirente.

Per gli scafi e i ponti delle imbarcazioni, Wrighton potrà contare sul know-how delle altre società del sig. Riotte, attive nel settore dei componenti tecnici compositi.

Dal punto di vista commerciale, la rete di vendita delle imbarcazioni è in fase di ristrutturazione. " Abbiamo stabilito i referenti per area geografica. "conclude Christophe Riotte.

Altri articoli sui canali :

Réagir à cet article :
Ajouter un commentaire...