Intervista / North Sails: "Da Nordac alle regate oceaniche, il 2017 è stato l'anno del grande divario!

Greg Evrard, direttore di North Sails France

Greg Evrard, armatore di North Sails, guarda indietro con BoatIndustry il 2017, ricco di novità. Ci fornisce le prime cifre e delinea le prospettive per il futuro.

Arrivati al Nautico, è il momento di fare il punto dell'anno nautico. Come qualificherebbe il 2017 per il velista North Sails?

Greg Evrard: Potremmo definire il 2017 l'anno del grande divario! C'è stata una grande attività sia nelle regate d'altura che nella nautica da diporto. L'anno è iniziato con l'assolo di Thomas Coville che ha battuto il record del mondo e se tutto andrà bene si concluderà con quello di François Gabart (ndr: lo skipper del trimarano Macif non aveva ancora completato il suo giro del mondo al momento dell'intervista.) C'erano anche la Vendée Globe e la Volvo Ocean Race. Nel frattempo, abbiamo lanciato il 3Di Nordac, un materiale appositamente progettato per le vele da crociera, un mercato di cui North Sails non si curava più molto.

Per dare una visione globale, North Sails fornisce oggi 33.000 vele all'anno nel mondo, di cui 15.000 monotipi per le gommoni e le chiglie dello sport.

Arrivo di François Gabart intorno al record del mondo, con le vele North Sails

Qual è la tendenza dal lancio di 3Di Nordac? Siete soddisfatti e quali sono gli obiettivi di queste vele?

Greg Evrard: Il lancio ha avuto molto successo. Dalle prime consegne di luglio, più di 1500 vele sono state consegnate in tutto il mondo in 6 mesi. L'anno prossimo, l'obiettivo sarebbe quello di raggiungere 5 000-7000 vele nel mondo e di superarne 200 in Francia.

Con il 3Di Nordac punta al mercato del primo equipaggiamento?

Greg Evrard: Oggi North Sails non fa praticamente nessun OEM e questo non è il nostro obiettivo. La logica di 3Di Nordac non è quella del low cost, ma quella di rendere la tecnologia 3Di accessibile alle crociere. Questo è ancora su misura, provato sulla barca e progettato secondo il programma di navigazione del velista. I vincoli di prezzo degli OEM ci impediscono di realizzare un prodotto in cui siamo orgogliosi di apporre il nostro logo. L'immagine del marchio non deve essere compromessa. Tuttavia, siamo in contatto con sempre più cantieri navali a vela per dilettanti illuminati.

Vele in 3Di Nordac

Quali sono gli sviluppi futuri per il 2018?

Greg Evrard: L'attuazione del cellula di ricerca e sviluppo a Vannes con Gautier Sergent continua, con l'obiettivo, in particolare, di divulgare le ali e i profili spessi, lavorando sulla finitura delle vele e delle vele collegate.

Per quanto riguarda Nordac, si stanno prendendo in considerazione soluzioni tecniche per proporre il materiale con valori P (luff) più elevati. Probabilmente non sarà più 100% poliestere, ma un mix di materiali per gestire al meglio l'allungamento della vela.

Ulteriori informazioni seguiranno probabilmente all'inizio dell'anno...

Altri articoli sui canali :